SEGNALAZIONE D’INTERESSE ALLA COSTITUZIONE DEGLI OSSERVATORI LOCALI DEL PAESAGGIO

Ai Circoli di Legambiente Toscana
Al Direttivo Regionale di Legambiente

CHIAMATA PER UN’EVENTUALE SEGNALAZIONE D’INTERESSE ALLA COSTITUZIONE DEGLI OSSERVATORI LOCALI DEL PAESAGGIO – scadenza: lunedì 8 maggio 2017

Care, cari,
oggi, 14 marzo 2017, si celebra la prima Giornata Nazionale del Paesaggio, l’evento fortemente voluto dal MiBACT per promuovere la cultura del paesaggio e sensibilizzare i cittadini sui valori della salvaguardia e della tutela del territorio.

In una fase storica di crisi come quella che stiamo vivendo, una giornata dedicata al paesaggio è al tempo stesso un fatto coraggioso e complesso. Da una parte, ribadisce infatti l’importanza e la centralità del patrimonio paesaggistico nel contesto culturale italiano; dall’altra, pone all’attenzione dell’opinione pubblica la grande fragilità di quello stesso patrimonio. Ogni paesaggio, d’altronde, tra luci e ombre, è la testimonianza tangibile della lunga storia co-evolutiva tra le comunità umane insediate e i propri “spazi di vita”.

Tornare a osservare e indagare i nostri paesaggi risulta quindi non solo necessario, per la conoscenza e la trasmissione del complesso patrimonio testimoniale che rappresentano, ma anche strategico per la definizione di un quadro di riferimento entro cui elaborare nuove forme di coabitazione eco-sociale all’interno dei nostri contesti di vita quotidiana. Un’operazione quindi che fa tesoro della “lezione” dei nostri paesaggi tradizionali, per informare un nuovo modello di società, improntata all’eco-civismo.

Nell’attuale contesto regionale, si sta aprendo una nuova stagione per la salvaguardia, la valorizzazione e la riqualificazione dei paesaggi toscani. Con la Delibera di Giunta Regionale n. 1245 del 21 dicembre 2015, infatti, è stato istituito, così come previsto dall’art. 59 della LR 65/2014, l’Osservatorio Regionale del Paesaggio, che è diventato operativo con la nomina dei suoi membri, avvenuta col decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 131 del 9 settembre 2016.

Con l’inizio dei lavori dell’Osservatorio, nel dicembre 2016, si è aperta di fatto una nuova fase dell’attuazione e della messa in opera del Piano Paesaggistico Regionale, una fase in cui la consapevolezza sociale e la partecipazione civica possono diventare strumenti di grande rilevanza nell’ambito delle strategie di tutela, gestione e promozione dei paesaggi toscani.

Nel citato Osservatorio Regionale del Paesaggio, Legambiente, assieme a FAI, Italia Nostra e WWF, rappresenta le istanze del mondo ambientalista. Secondo il comma 3 della Delibera di Giunta Regionale n. 1245 del 21 dicembre 2015, l’Osservatorio svolge la funzione di raccolta e utilizzo di tutte le conoscenze disponibili relative ai paesaggi toscani; promuove, in attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio, la partecipazione delle popolazioni e degli enti locali; ha la funzione di riconoscere gli Osservatori locali del paesaggio e la messa in rete delle loro attività; elabora proposte per gli sviluppi del Piano Paesaggistico e promuove la conoscenza e la divulgazione della storia del territorio e del paesaggio toscano.

L’Osservatorio sarà articolato in una struttura centrale e in una rete di nodi locali. Per questo motivo esso avrà, nella sua forma compiuta, una struttura reticolare, che si avvarrà del fondamentale contributo degli Osservatori Locali del paesaggio, concepiti con la finalità di animare i diversi soggetti presenti sul territorio e promuovere la partecipazione delle comunità locali, sia nella fase conoscitiva che di valutazione.
Gli autori del Piano Paesaggistico Regionale hanno auspicato pertanto l’istituzione di almeno un Osservatorio Locale per ciascuno dei 20 Ambiti di Paesaggio in cui è stato suddiviso il territorio toscano. Entro questo scenario, gli Osservatori Locali rappresentano il “luogo privilegiato” della discussione pubblica sui paesaggi locali, per tramite della convergenza e dello scambio tra tutti i soggetti attivi sul territorio (strutture eco/museali, associazioni ambientaliste, comitati civici e semplici cittadini).
Dunque, se per dare effettiva efficacia all’Osservatorio Regionale è necessaria l’istituzione degli Osservatori Locali, emerge una grande opportunità per la rete dei Circoli di Legambiente, come per tutti gli altri corpi intermedi sufficientemente strutturati e radicati sui territori. Emerge, in altri termini, la possibilità di una partecipazione attiva ed effettiva alla gestione, salvaguardia, valorizzazione e riqualificazione dei paesaggi toscani.

Con questa lettera vi chiediamo pertanto, in quanto Circoli di Legambiente, di segnalarci il vostro eventuale interesse a partecipare alla costituzione degli Osservatori Locali del Paesaggio. Al fine di avviare i lavori per la costituzione degli Osservatori chiediamo che le segnalazioni pervengano all’indirizzo di posta elettronica di Lorenzo Nofroni (architetto, componente della nostra segreteria regionale e da noi delegato in Osservatorio): partecipazione@legambientetoscana.it, entro il giorno 8 maggio 2017. Nella lettera di segnalazione v’invitiamo ad individuare un referente, coi relativi contatti telefonici e telematici.

L’occasione ci è gradita per porgere a tutti i nostri più
Cordiali saluti.

Firenze, lì 14 marzo 2017

Fausto Ferruzza
Responsabile Nazionale Paesaggio Legambiente
presidente@legambientetoscana.it

Lorenzo Nofroni
Delegato di Legambiente nell’Osservatorio Regionale del Paesaggio
partecipazione@legambientetoscana.it

Lascia un Commento