IL CAPITOLO DELLA CATTEDRALE DI SAN ZENO. VISITA AL CHIOSTRO DEI CANONICI E ALL’ARAZZO MILLEFIORI

Legambiente Pistoia invita simpatizzanti e non,  domenica 21 ottobre alle ore 15.30, alla visita dei locali della canonica della Cattedrale di San Zeno. Si vuole sottolineare come anche un edificio così antico e prestigioso faccia parte dell’ambiente, l’ambiente urbano. Sarà possibile entrare nel millenario chiostro dei canonici (nell’immagine), nelle stanze dell’archivio capitolare e apprezzare l’arazzo millefiori. La visita è a cura dell’associazione culturale Musikè e ha un costo di 3,50 euro; ritrovo davanti al battistero in piazza del Duomo.

Ci preme evidenziare  l’importanza dell’arazzo cinquecentesco, che inneggia alla natura e rappresenta un fiabesco bosco tardo gotico, con molteplici e ricche simbologie. Si tratta di una manifattura fiamminga di notevoli dimensioni, otto metri per tre metri, un’opera preziosa e riscoperta da pochi anni (vedi), usata nel ‘900 come arredamento della cappella contenente l’altare argenteo di Sant’Jacopo. L’iconografia del giardino fiorito, abitato da piccoli animali selvatici rientra nella tipologia decorativa di quella precisa epoca storica e rimanda al motivo dell’ “hortus-conclusus”,  un microcosmo,cioè, che riunisce tutti i fiori che alludono al Paradiso celeste. La predominanza della piante è legata alla conoscenza della natura, che diviene, proprio nel periodo gotico, oggetto di interesse ;  prezioso il repertorio di foglie ed erbe, tutte tratte dagli erbari. Ma l’aspetto della biodiversità forse più suggestivo è costituito dai fiori : aquilegia, iris, giglio, rosa canina, rosa rossa, garofano, papavero, cardo, margherita, narciso, primula, violetta, e arum, tutti legati ad una precisa simbologia. Anche la fauna allude a particolari virtù e annovera svariati animali: cane, coniglio, lepre, fagiano, airone, falco e il mitico unicorno. Ecco allora che  un’idea sorge spontanea : visti i notevoli legami dell’arazzo con la cultura, la spiritualità e l’identità di Pistoia, che è stata città degli orti e ora capitale del florovivaismo, perché le varie istituzioni ed enti non promuovono la realizzazione di un giardino millefiori reale, con le stesse varietà  floreali raffigurate nel tessuto ? Una sorta di trasfigurazione inversa, che ricrei il prato fiorito e caratterizzato nel senso di bird garden, generoso cioè di comfort e cibo per l’avifauna per tutto l’anno. In effetti manca ancora in città uno spazio verde così fortemente qualificato, e visto che la nostra città non ha, a differenza i altre toscane, un orto botanico, questa occasione sarebbe sicuramente utile  per arricchire  la cultura e le potenzialità  cittadine.

7 pensieri su “IL CAPITOLO DELLA CATTEDRALE DI SAN ZENO. VISITA AL CHIOSTRO DEI CANONICI E ALL’ARAZZO MILLEFIORI

  1. Pingback: LEGAMBIENTE. VISITA GUIDATA ALLA CANONICA DELLA CATTEDRALE | Pistoia - Cerca News

  2. Pingback: Gregory Smith

  3. Pingback: займы на банковский счет

  4. Pingback: мини займ

  5. Pingback: срочный займ денег

  6. Pingback: chapter 7 bankruptcy

  7. Pingback: Peter Smith

Lascia un Commento